Logo Perale Edilizia Srl

Chi siamo

Condominio Ilios

Venezia Mestre - via Dandolo 20

Condominio Ilios

Caratteristiche

  • Volume: 2490m³
  • Superficie pavimento: 977m²
  • Numero livelli: 5 fuori terra + 1 interrato
  • Numero unità: 8 residenziali

Descrizione

Il Condominio Ilios vuole essere il primo di una serie di nuovi edifici a torre nella terraferma Veneziana concepito per garantire elevati standard di confort e qualità per l’edilizia residenziale che il mercato richiede. La residenza deve essere cioè uno spazio di assoluto relax ben isolata acusticamente e termicamente. L’utente che sceglie di vivere in un condominio lo fa per garantirsi anche costi di gestione particolarmente bassi derivante da economie di scala e soprattutto la possibilità di delegare ad un amministratore la maggior parte degli oneri connessi ad un unità abitativa. Altro aspetto importante per un edificio moderno è la flessibilità degli spazi: gli edifici a torre, soprattutto quelli più recenti avranno un ciclo di vita molto lungo, molto più lungo delle sue singole unità. E’ necessario valutare quindi gli aspetti legati ad un intervento di ristrutturazione con variazione delle dimensioni degli ambienti in funzione delle difficilmente conoscibili esigenze future. Modifiche che devono comportare il minimo disagio e la massime potenzialità ponendo pressoché nulli vincoli.

Questi sono i principi base che ci hanno guidato nella progettazione e realizzazione di questo fabbricato; principi frutto di un esperienza di tre generazioni nella realizzazione di edifici residenziali di elevato pregio spesso con un rapporto molto stretto con gli utilizzatori finali.

Il risultato è un edificio con solai monolitici in c.a. senza soluzione di continuità, laterizio solo nei tamponamenti perimetrali agli appartamenti, massetti completamente integri in cui non passa alcuna conduttura ne di scarico, ne di carico ne elettrica. Pareti perimetrali con isolamento interno ed esterno ad elevata traspirabilità, con materiali riciclabili e naturali con spessori fino a 45cm complessivi. Le partizioni interne sono state realizzate con il principio di costituire una scatola nella scatola per garantire caratteristiche di isolamento acustico che raggiungono i 75dB (contro i 50dB di Legge). I serramenti in legno\alluminio hanno caratteristiche termiche nettamente superiori a quelle previste per Legge a partire dal 2011 con vetrate di ampie dimensioni, vetri bassoemissivi, intercapedine con argon e telaio a taglio termico assoluto. I rivestimenti esterni del fabbricato sono in gran parte a parete ventilata con l’utilizzo di materiali molto pregiati pienamente ecosostenibili come il cotto e le fibre di legno sempre fissati in modo meccanico su struttura metallica con possibilità di intervento di manutenzione localizzato e reversibilità. Nelle parte intonacate si è utilizzato intonaco termoisolante estremamente naturale a base di pietra pomici senza aggregati sintetici.

L’impiantistica è stata studiata con notevole cura. L’edificio genera energia termica e frigorifera in modalità centralizzata e modulare. Ogni singola unità “acquista” energia dal Condominio a seconda delle esigenze in piena libertà e autonomia con notevoli risparmi nei costi di gestione fissa. Due semplici caldaie a condensazione da 30 kW l’una alimentano gli otto appartamenti (una caldaia “autonoma” ha una potenza dai 20 ai 26kW).

Il 65% del fabbisogno di acqua calda sanitaria viene prodotto da pannelli solari termici ad alta efficienza posizionati sulle pareti verticali a sud, in spazio condominiale e quindi senza creare servitù. All’interno degli appartamenti il confort termico estivo ed invernale viene garantito da un sistema radiante a soffitto che distribuisce in modo uniforme l’energia frigorifera e termica con la possibilità di regolazione stanza per stanza e massima flessibilità.

L’impianto elettrico è predisposto per garantire la realizzazione di unità ad elevata automatizzazione con controlli di tipo domotico. Le unità sono già dotate di impianto d’allarme. Il cablaggio dell’impianto elettrico è dimensionato per alimentare l’unità fino a 10kW (limite per unità residenziali).

Tutte le reti interne all’appartamento, di alimentazione e scarico corrono a soffitto e parete, rispettando i principi di massima flessibilità che ci si era posti.

Le colonne di scarico verticali corrono all’interno della parete ventilata esterna e sono quindi facilmente ispezionabili in tutto il loro sviluppo.

L’ascensore è del tipo ad inverter senza locale macchine e ha un consumo di punta di soli 3,3kW contro i 14-17kW di un ascensore oleodimanico tradizionale.

Gli impianti idrici centralizzati sono dotati di impianto di decalcificazione ad elettromagneti.

Confort

La residenza è il nostro rifugio, il posto in cui viviamo la nostra intimità, in cui ci rilassiamo e recuperiamo energie. Noi percepiamo il confort quando la nostra privacy non è violata da rumori esterni, quando siamo liberi di ascoltare la musica al volume che più ci aggrada, quando siamo liberi di goderci a pieno gli spazi a nostra disposizione perché impianti di climatizzazione totalmente automatici e non invasivi si adattano alle nostre esigenze.

Questo è ciò che è possibile avere nelle unità di questo edificio !!!

ll rumore in casa diminuisce il benessere domestico, ma pochi sanno che provoca disturbi come emicrania, insonnia, tensione nervosa, mancanza di concentrazione e malumore. Non dobbiamo sottovalutare che il rumore è tra le prime cause di litigio tra condomini. La filosofia costruttiva che grazie alla collaborazione di Contrac&Co e alla loro eccezionale tecnologia Opus Certa che abbiamo applicato vi garantiamo (e certifichiamo), finalmente, il diritto assoluto al silenzio !!!

Il confort termico di impianti radianti a soffitto (tecnologia di Permasteelisa Impianti spa) è il massimo che la tecnologia mette attualmente a disposizione. Sistema radiante a soffitto per una climatizzazione che soddisfa le condizioni di scambio termico più adatte per il benessere dell’uomo sia in estate che in inverno. Il nostro corpo è stato per decine di migliaia di anni abituato ad essere scaldato dal sole e a camminare su superfici fredde e di ciò, per quanto le condizioni di vita siano notevolmente migliorate è rimasta traccia nei nostri geni e quindi nel nostro corpo. Lo sapevano bene gli antichi Romani, che nelle terme, calidarium e frigidarium, convogliavano l’energia termica e frigorifera attraverso canali in pietra e facevano entrare dall’alto nei locali …Il sistema non produce nessun rumore, anche quelli dell’impianto di deumidificazione estivo sono quasi completamente assenti (<28dB). Durante il periodo invernale l’aria, all’interno degli ambienti, si stratifica per cui non si ha alcun movimento d’aria con notevole confort per chi soffre di allergie per polveri e acari. Durante il periodo estivo un minimo movimento convettivo si forma, ma date le grandi ed uniformi superfici radianti risulta essere assolutamente impercettibile e comunque incapace di muovere le polveri di più di quanto non facciamo le persone stesse muovendosi nell’ambiente.

La temperatura del fluido termico è molto prossima a quella dell’ambiente data l’elevata superficie di scambio garantendo quindi costi della climatizzazione molto bassi. In un sistema tradizionale a radiatori la temperatura del fluido è di 80°, in un sistema a pavimento circa 40°, nei sistemi a soffitto 26° !!!

Inoltre l’inerzia termica è molto bassa e permette così il raggiungimento di condizione di regine e\o l’adeguamento a nuove condizioni termiche molto velocemente: immaginiamo molti ospiti che improvvisamente entrino in casa, o il sole che colpisce una vetrata o un improvviso temporale che abbassa la temperatura repentinamente …

Si tratta inoltre di impianti la cui manutenzione ordinaria e straordinaria sono estremamente veloci e poco invasive e quindi poco costose.

Impianti

Climatizzazione invernale

L’energia termica per la climatizzazione invernale viene generata da due caldaie a condensazione a potenza modulante (Paradigma Modula II da 30kW) a gas metano. La generazione avviene a livello condominiale permettendo di godere di agevolazioni fiscali con una riduzione del costo sui consumi del gas di circa 10%-15%. L’utilizzo inoltre di sistemi radianti a soffitto all’interno delle abitazioni riduce notevolmente i consumi dato che, per mantenere i 20°C di Legge, il fluido termico deve essere ad una temperatura di circa 26°C, contro i 35-40°C di impianti a pavimento e i 75-80°C di impianti tradizionali a radiatori. Le due caldaie sono in realtà notevolmente sovradimensionate dato che ne sarebbe sufficiente una da 30kW.  In realtà sono due per motivi di sicurezza e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Inoltre le caldaie a condensazione hanno un’efficenza del 110-115% contro normali caldaie anche quelle definite “ad alto rendimento” (rendimento è nell’ordine del 91-93%) riferito al potere calorifico inferiore. Inoltre queste caldaie hanno un bassissimo impatto ambientale poiché la temperatura dei fumi di uscita si abbassa fino a 40°C mantenendo sempre lo stesso valore della temperatura di mandata dell’acqua, ben inferiore quindi ai 140-160 °C dei generatori ad alto rendimento ed ai 200-250 °C dei generatori di tipo tradizionale.

Climatizzazione estiva

La climatizzazione estiva utilizza sempre l’impianto radiante a soffitto di cui sopra integrato un un deumidificatore ad aria per il controllo dell’umidità. In questo caso il fluido termico circola a circa 17-20°C per garantire i 24°C ottimali al 60% di umidità. Dato l’elevato tasso di umidità del nostro clima (80-90%) non è consigliabile infatti scendere a tassi più bassi che potrebbero provocare shock termico. In un impianto di condizionamento a split il fluido termico circola a circa 9°C.

Lo smaltimento dell’energia termica o meglio la generazione del fluido frigorifero avviene a livello condominiale con due gruppi refrigeratori ad aria particolarmente silenziosi, esenti da vibrazioni, ad alta efficenza di Carrier che utilizzano refrigerante R-407C innocuo per la fascia d’ozono.

Contabilizzazione energia termica rigorifera

La contabilizzazione dell’energia utilizzata dalla singola unità residenziale per la climatizzazione invernale\estiva avviene attraverso misuratori digitali Siemens Megatron 2 predisposti per la contabilizzazione da remoto. I misuratori sono sigillati e alimentati da batterie non rimovibili a lunghissima durata (circa 10 anni), quindi con notevoli garanzie di certezza di controllo dei consumi.

Acqua calda sanitaria

La produzione di acqua calda è in parte garantita da collettori solari termici a tubi sottovuoto ad alta efficenza di Paradigma che garantiscono il 65% del fabbisogno annuo. Per maggiore sicurezza ed efficenza l’acqua calda viene accumulata in serbatoi che ricevono energia termica da uno scambiatore di calore che viene alimentato da un circuito indipendente servito dai pannelli solari o, in caso di necessità, dalle caldaie a condensazione a metano dell’impianto termico.

Cucina

La cucina è elettrica poiché piani cottura in vetroceramica ad induzione hanno un’efficenza energetica del 90% notevolmente superiore ai piani a gas (40%). Dato che il calore non viene disperso, i tempi di cottura si riducono notevolmente. Sono sufficienti poco più di 3 minuti per portare ad ebollizione 1 litro d’acqua, contro gli oltre 7 minuti dei piani elettrici in vetroceramica e i quasi 5 dei piani a gas.

I piani in vetroceramica ad induzione sono molto più sicuri e igienici. I piani ad induzione si caratterizzano per l’assoluta sicurezza d’uso. La zona di cottura si attiva soltanto se a contatto con la pentola, evitando accensioni accidentali da parte dei bambini. Inoltre, poiché il calore si genera esclusivamente sul fondo della pentola, la superficie del piano resta fredda, senza il rischio di possibili scottature.

Inoltre l’arredo della cucina risulta molto più flessibile, non sono necessari fori di ventilazione permanente obbligatori per Legge per garantire i ricambi d’aria necessari per la combustione dell’ossigeno da parte del gas.

Ascensore

L’ascensore è un modello Sinergy di ThyssenKrupp Elevetor molto silenzioso, veloce, privo di manovre brusche e con bassissimi consumi: si tratta di un ascensore che necessità di un’alimentazione di soli 3,3kW contro i circa 14-17kW di un ascensore oleodimanico. Inoltre non necessita di locale macchine e di serbatoio di accumulo di olio.

Luci parti condominiali

Tutte le luci sono caratterizzate da lampade ad alta efficenza e a basso consumo, sensori di presenza che ne permettono l’accessione intelligente e temporizzatori che ne limitano i tempi di accensione.

Progettisti

Ing. Cristiano Perale

Ing. Cristiano Perale

Project manager

Ing. Valerio Lastrucci

Ing. Valerio Lastrucci

Collaudatore

Arch. Stefano Franz

Arch. Stefano Franz

Progetto architettonico

Andrea Sbrogiò

Andrea Sbrogiò

Progetto impianti

Arc. Michele Tonero

Arc. Michele Tonero

Progetto Strutturale

Cristian Bortot

Cristian Bortot

Progetto acustico

Contattaci

1 + 6 =

Info

Perale Edilizia Srl P.IVA 03128580275 CC.I.AA. di Venezia n. 23283/1999 Sezione ordinaria REA 283450

Sede legale: via G. Giusti 11 Venezia Mestre 30173

Telefono: +39 041 612494

Fax: +39 041 2669176

Orario ufficio: lun - ven 8:30-13:00  14:30-18.30